giovedì 13 dicembre 2012

La zuppa di cipolle


 Ah, le assense! Un trasloco ormai finito, una nuova università e nuovi corsi, ultimamente una bella infezione alla gola che mi ha bloccato a letto 10 giorni, ed ecco che dal 4 ottobre ci ritroviamo al 13 dicembre senza sapere come!
Il natale è alle porte, e da bravi italiani, dopo esserci lamentati per il troppo caldo, ora ci lamentiamo per il troppo freddo. Beh, non che fare avanti e indietro con il centro con lo scooter sia il massimo del calore, ma come si dice: "è tempo suo", quindi becchiamoci i l freddo natalizio e cerchiamo di combatterlo come meglio possiamo. Quindi calzamaglie, maglie di lana e...piattti caldi ed invernali!
Io adoro le cipolle, e d'inverno adoro la zuppa di cipolle. Un pò lunga nella preparazione, ma affatto difficile, da grandi soddisfazioni: puoi sempre dire di aver preparato chissà che sofisticato piatto della tradizione francese, e glissare sul fatto che sia uno dei cavalli di battaglia della nostra tradizione contadina.
Vediamo come prepararla:


Ingredienti per 6 persone:

1 kg di cipolle bianche (io ho usato quelle piatte da forno)
Latte
2 lt di brodo di dado
8 fette di pane casereccio, meglio se raffermo, tagliate alte
100 gr di Parmigiano
50 gr di Emmental
100 gr di burro
olio evo
sale e pepe.


Preparazione:

Innanzitutto, la grande scocciatura: affettare sottilissime tutte le cipolle. Potete usare l'affettatrice manuale, che fa le fette sottili e regolari. Mettete le cipolle a bagno del latte, anche un'oretta prima della preparazione.
Fate sciogliere il burro (avendo cura di lasciare dei fiocchetti per la fine) e un pò d'olio su fuoco basso, e buttare dentro le cipolle ben scolate. Iniziare a stufarle molto lentamente.

Quando il primo liquido si è asciugato, aggiungete un bicchiere di latte, poi, man mano che serve altro liquido, iniziate ad aggiungere il brodo.

Quando le cipolle saranno morbidissime (ci vorrà anche mezz'ora), aggiungete l'ultimo brodo, e cuocete per altri dieci minuti. Solo allora aggiustate di sale, aggiungete abbondante pepe, mescolate e spegnete il fuoco.

Mettete sul fondo della teglia che infornerete un pò del composto di cipolle col brodo. Aggiungete le fette di casereccio fino a coprire completamente il fondo della teglia. Versate sopra le rimanenti cipolle e il brodo, finché tutto sia ben bagnato e il brodo copra leggermente le fette di pane.
Grattugiate il parmigiano e l'emmental, e coprite bene le fette di pane, senza essere troppo tirchi.

Cospargete con qualche fiocchetto di burro e infornate dopo aver acceso il grill.

Quando il formaggio sarà fuso e avrà fatto la crosticina la zuppa è pronta, servitela caldissima.


Se si escludono le fasi preliminari (o se come me si ha la fortuna di avere un confratello che ti fa trovare tutte le cipolle affettate...), la preparazione è davvero semplicissima. Lenta ma semplice.
Potete anche prepararle dentro delle scodelle di coccio, dei monoporzioni molto...francesi!
Il latte prima e durante la cottura rende le cipolel decisamente più digeribili. Certo, non è un piatto leggerissimo, ne adatto ad un immediato dopocena sociale, ma è caldo, è buono, è inverno. Cosa volete di più?!?
Fatemi sapere cosa ne pensate.
Pace e bene

4 commenti:

  1. Risposte
    1. ...e chissà se sono ancora in tempo... Buon anno iniziato a te!

      Elimina
  2. Cercando la zuppa di cipolle mi sono imbattuta in questo blog bellissimo. Complimenti, d'ora in avanti ti seguirò!

    RispondiElimina
  3. Play Bazaar hola polo ka parisa mosi ka namo kila namo lio ina jo cho tara hono pe chu ja Satta King bna fira in dara mixo tara kora dino haji tuka manic ho. Hali jo pani ka blogo chami huna.

    RispondiElimina