venerdì 12 ottobre 2012

San Francesco e le mie torte rustiche


Iniziamo questo post nel modo più francescano possibile: Pace e bene a voi!
Come immagino sappiate il 4 ottobre si festeggia san Francesco, che a parte tutte le varie derive che ha preso nel corso dei tempi (patrono dell'ecologia, degli animali...), è patrono d'Italia e sopratutto fondatore del mio Ordine, i frati minori; per noi è perciò un gran giorno di festa. Quest'anno, per la prima volta, abbiamo festeggiato nella nostra borgata di Roma, Torre Angela, con il triduo di preparazione, il transito (il momento della sua morte) la sera del 3, e la messa per la solennità il pomeriggio del 4. Abbiamo infatti colto l'occasione dei festeggiamenti per una sorta di presentazione ed ingresso ufficiale nella nuova zona pastorale della parrocchia dove stiamo traslocando proprio in questi giorni.
La celebrazione del Transito di s. Francesco
Quindi, in particolare per la sera del transito, grande festa, con veglia di preghiera alle 21:00 e, veniamo a noi, buffet a fine celebrazione. Alcune cose le abbiamo comprate, chè tra trasloco e preparazione alle celebrazioni il tempo non era molto. Ma per non perdere abitudine ed elasticità, la mattina del 3 mi sono messo a produrre torte rustiche in quantità industriale, approfittando ovviamente della pasta frolla e pasta brisèe già pronta. Vi posto alcune delle idee, le più sfiziose, che ho preparato; ho preso ispirazione girando su internet, e modificando poi le ottime ricette che trovavo. Non ho foto della preparazione per la fretta, ma credo che la foto del titolo, col risultato finale, la dica lunga...
Un abbraccio e buone cucinate a tutti!


Torta speck, funghi e brie

Innanzitutto trifolate 600 gr di misto funghi surgelati con poco olio ed uno spicchio d'aglio.
Mentre i funghi raffreddavano stendete la pasta, in questo caso brisèe rotonda, e dopo averla stesa alzandola sui bordi, foderate il fondo con fettine di speck.
Disponete sullo speck i funghi e cubetti di brie in gran quantità (quasi 400 gr), e bagnate il tutto con 150 ml di panna da cucina.
Ho infornato a 180° per mezz'ora circa.


Torta broccoli e provola

Semplicissima, anche grazie ai soliti broccoli surgelati, che dovete lasciar scongelare dopo averli sbollentati per appena 2 minuti.
Una volta ben scongelati i broccoli, conditeli con un filo di olio, sale e pepe, e disponeteli nella solita teglia foderata di pasta sfoglia.
Adagiate sopra le fettine di provola affumicata, ripiegate verso l'interno i bordi della frolla, e infornate a 175° col forno ventilato per 40 minuti, controllando comunque sempre la cottura della pasta.


Torta ricotta e spinaci

La più classica, semplicissima: cuocete 500 gr di spinaci (anche meno) in poca acqua e fateli raffreddare e tagliateli. Come al solito vanno benissimo surgelati, veloci e già tagliati.
In una terrina mettete gli spinaci tagliati, aggiungete 250 gr di ricotta e 100 di philadelfia (che lega e ammorbidisce il tutto) ed un uovo.
Mescolate per bene, anche con le mani.
Salate, pepate, profuamte con poca noce moscata, e mescolate ancora.
Versate il ripieno dentro uno stampo rettangolare su cui avrete steso la pasta brisèe.
Ripiegate i bordi della pasta verso l'interno, alzando gli angoli per un bell'effetto post-cottura, ed infornate a 180° per 25-30 minuti.

Buon appetito!
La meravigliosa torta che la sorella di frà Marco ci ha preparato per il pranzo del 4 !


La nostra nuova cucina...
ps: dopo il pomeriggio di ieri, lungo 6 ore, da Ikea, oggi abbiamo montato la cucina nuova nella nostra nuova casa. grandi magnate si prospettano...


7 commenti:

  1. WOW cosa vedono i miei occhi...una più buona dell'altra!!
    Qui ci sono un sacco di belle ricette complimenti, fortunati i tuoi commensali!
    D'ora in poi ti seguo così mi dai nuove idee,ciao a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lorena, benvenuta tra di noi! Un'amica in più è sempre ricchezza per il cuore!

      Elimina
  2. San Francesco,nella sua umiltà e grandezza,ci ha fatto capire il vero senso della vita..... Le tue torte rustiche sono "divine":-DD e la torta mi ha lasciato senza parole :-O complimenti alla sorella di frà Marco....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione su tutto! Sull'umiltà di Francesco, inarrivabile. MA d'altronde è lui steso in punto di morte che ci chiede di non imitarlo: "Io ho fatto il mio dovere. Quanto spetta a voi ve lo insegni Cristo".
      E poi sai che nonostante tutti i suoi digiuni , quando mangiava gli piaceva la roba buona? Adorava (e chiedeva) un pasticcio di gamberi che si faceva a Rieti! Quindi almeno in questo sono un vero francescano!!!
      Le mie torte poi, sono belle e buone, ma scompaiono davanti al capolavoro di Emanuela!!!

      Elimina
  3. complimenti per le torte rustiche, sono veramente deliziose , buona sera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie pasticciona! Buona serata anche a te!

      Elimina
  4. Sicuramente una più buona dell'altra, ma il binomio broccoli e provola credo sia praticamente insuperabile!! Un abbraccio grande grande!!

    RispondiElimina