martedì 7 agosto 2012

La Marcia Francescana


L'estate (non il caldo), mi sembra che velocemente finisca. E come sempre d'estate latito su queste pagine, per i molti impegni pastorali che non possono aspettare.
Vi lascio oggi un post atipico, che vi vuole raccontare l'ultima avventura che mi ha allontanato dal blog: la XXXII° Marcia Francescana organizzata dai frati minori d'Italia. Ogni anno, dal 25 luglio al 4 agosto, si svolge questa marcia in cui da ogni parte d'Italia, frati e giovani 17-35enni camminano (in media per 150 km) verso Assisi, da diversi punti del paese.
La Marcia dei giovani di Lazio-Abruzzo quest'anno è partita da Poggio Bustone (RI), fino a Santa Maria degli Angeli (PG), dove il 2 agosto abbiamo trovato gli altri marcianti d'Italia per festeggiare insieme il Perdono della Porziuncola. Poco più di 150 km, sette giorni di cammino con uno di ritiro/riposo. Piedi a pezzi, spalle scottate e sgrugnate dagli zaini, ma sorrisi duri da levare, a testimoniare che ancora c'è Bellezza nel dire sì!

"Tu sei Bellezza!" era il tema della marcia di quest'anno, ed io ho voluto contribuire a questo tema nella maniera che meglio mi riesce: ho cucinato per tutti! Io e altre 5 persone eravamo lo staff cucina, che ogni giorno ha coccolato i marcianti con manicaretti (per 105 persone totali), preparati belli caldi e portati di volta in volta nei posti dove i marcianti facevano tappa. Una faticaccia indescrivibile, ripagata sempre dal sorriso di chi ci aspettava sperando di mettere sotto i denti qualcosa di degno, che facesse dimenticare camminate, notti in palestre o scuole puzzolenti a dormire per terra, docce fredde...
Pensiamo di non averli mai delusi, e con qualche foto voglio raccontare anche a voi questa nostra avventura. Spero sarete contenti di leggere questa volta, attraverso le foto, l'unica ricetta per cui valga davvero la pena di cucinare: la ricetta di una Vita da vivere!


Inizia la sistemazione della cucina...
...lavare, lavare, lavare!
La cena della logistica, la sera prima:
tonnarelli al sugo di pesce, fresco e diretto da Nettuno!
"5 luglio: gli arrivi a Poggio Bustone (RI)
La Messa d'apertura
L'arrivo della prima tappa, al lago di Piediluco (PG)
Bacinelle pronte: piedi a mollo!
La messa a Piediluco (PG)
La mia "puttanesca" per la seconda tappa, Terni...
...e tutti in fila!
...e d'improviso, nella fatica, l'impronta di Dio
Relax all'arrivo della terza tappa: Acquasparta (TR) 
"Ragazzi, dobbiamo stare leggeri!" 
Arrivo della quarta tappa a Todi (PG) 
E i consueti piedi a mollo! 
Il "tappone": 32 km e marcia anche di pomeriggio.
Per il pranzo al volo, a Bastardo (PG) gateaux di patate.
Dopo il "tappone" arrivo a Montefalco (PG).
Per il compleanno di Vale e Luca facciamo anche la torta!
Ritiro a Montefalco (PG), felici: oggi non si marcia!
Giornata suicida: friggiamo 52 melanzane dalle 8:00 alle 12:40...
...per la megaparmigiana della penultima tappa.
Risultato garantito!
A Spello (PG), penultima tappa, a godersi la parmigiana per 105 persone.
Il tramonto su Assisi saluta i marcianti ormai vicinissimi: domani si entra!
La sera di Spello (PG), solo 12 km ancora di marcia
Rivotorto (PG), 3 km da Santa Maria degli angeli e dall'arrivo.
Ultimi panini prima dell'ingresso. 
Rivotorto (PG), pronti per la carica finale!
Ecco i marcianti, che piano piano da tutta Italia arrivano a Santa Maria degli angeli
...e questi siamo noi, a pezzi, sfiniti, ma niente ci leva il sorriso, perchè "Tu Sei Bellezza!" 
Gli stendardi dei marcianti lasciano Santa Maria il 4 agosto.

18 commenti:

  1. sono rimasta incantata da questo post..
    un abbraccio
    luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contento! Volevo condividere con voi quest'altro aspetto della mia vita, che alla fine è sempre stato culinario, ma da un altro punto di vista!

      Elimina
  2. Deve essere stata davvero un'esperienza eccezionale! Tra l'altro è un po' di tempo che mi riprometto di visitare Spello...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. DEVI andare a Spello! Dei paesi umbri attorno Assisi forse è il più affascinante!
      E' stata un'esperienza bellissima, una fatica che non ti dico ma che rifarei domani!

      Elimina
  3. Dirvi grazie può risultare scontato ed anche banale, sarà per questo che ritengo la presenza di tutti voi nella mia vità come una grazia donata dal Sommo Altissimo. Nella mia quotidianità, carissimo Simone, mi porterò soprattutto la tua disponibilità e quel sorriso buffo e fraterno che mi accoglieva nel momento dell'apice della mia stanchezza, rincuorandomi ed incoraggiandomi ogni giorno sempre con più vigore. Porto ognuno di voi nel mio cuore, un abbraccio fraterno. Vincenzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vincè, io sto a tocchi, ma ripartirei domani. Qualcosa significherà pure no?!?
      Siamo state persone diventate famiglia, e questo non è nè semplice nè scontato. E' grazia!

      Elimina
  4. Un post che mi ha rasserenato :) Ho trovato divertente i piedi nella bacinella, ammirevoli le vostre preparazioni culinarie, ma speciale i sorrisi di tanti ragazzi giovani. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Daniela, i piedi in bacinella sono un vecchio trucco da marcia per rinfrancare l'arrivo!
      Hai ragione: i loro sorrisi muovono il mondo!

      Elimina
  5. Bellissima esperienza,mi sarebbe piaciuto farne parte,anche se l'età e qualche acciacco forse non me lo avrebbe permesso. Grazie per aver condiviso con noi questi momenti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contento ti sia piaciuto il post Licia! La marcia e per i 17-35enni, per noi "diversamente giovani" bisognerà inventare qualcos'altro!

      Elimina
  6. Che splendido reportage e che esperienza!dalla descrizione e dalle foto trapela così tanto entusiasmo ed energia che affascinano il lettore,complimenti!!! Assisi , San Francesco e voi ...emozioni uniche di fratellanza,condivisione,amore per la vita...Una felice serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ci tenevo a parteciparvi questa gioia!

      Elimina
  7. Carissimo,
    mentre ritorno alle terre di origine,non posso che ricordare con gioia questa marcia, oltre che ricordare i tuoi stupendi piatti. Delizia di spirito e del corpo. In piena grazia di Dio. Porterò i colori, gli odori, i sapori e l'emozioni sempre con me, ringranziando il Signore di questi doni. Poi si passa tutti a trovarti prima o poi... organizziamo un pomeriggio con lezioni di cucina con cena alla fine?

    Giuliano

    RispondiElimina
  8. mi sono permessa di prendere la foto sopra la disacalisa: "Ecco i marcianti, che piano piano da tutta Italia arrivano a Santa Maria degli angeli" perchè è il gruppo di Salerno-Basilicata con cui ho marciato. grazie Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai fatto benissimo, anzi, scusa l'intrusione della foto!!! Credo che sia di buon formato, originale, ma se vuoi mandami in privato la tua mail e ti mando l'originale.

      Elimina
  9. un'esperienza davvero interessante ed anche divertente, non sapevo di questa marcia Francescana,che bella iniziativa . Chissà che buoni tutti quei piatti preparati !

    Buona serata

    RispondiElimina
  10. Grazie veramente tanto Simone!! E' stata una gioia poter assaggiare i tuoi piatti cucinati, insieme agli altri, con tanta fatica e tanto Amore!! .. E rileggere e riguardare le tue foto non fa che aumentare i brividi e far sorridere!! Grazie Matteo del Servizio :DD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sappiamo che sei di parte!!! ;) Prego Simone della Cucina

      Elimina